Gen 23

Heineken: le manie delle donne e quelle degli uomini

Advertising, Spot No Comments

Sfruttando uno dei più abusati luoghi comuni, Heineken riesce e creare una pubblicità fresca e divertente che ne alimenta la positiva immagine di brand.

Io, personalmente, ho riso tantissimo! 

Tags: Birra, Heineken

Gen 22

2+2 non fa 4 (brevissime riflessioni senza pretese su Milk, I Love You Philip Morris, Vladimir Luxuria e Povia)

Cinema No Comments

Questo post nasceva solo con lidea di ricordarvi che sta per uscire il nuovo film di Gus Van Sant e che, oltre al fatto di esser un film di Gus Van Sant con Sean Penn (già di per sé un ottimo motivo per precipitarsi al cinema a vederlo) è anche uno di quei film che parla di diritti civili, di persone americane buone che lottano contro persone americane retrograde e bigotte, di gente gay, e di tante altre cose importanti:

Ecco, volevo solo promuovere questo film e far notare, attraverso la segnalazione di un secondo film (I love you Philip Morris) come si sia (finalmente) arrivati a un livello di notevole maturità espressiva nellaffrontare storie che raccontano di personaggi gay. Copio/incollo due passi significativi dallintervista a Jim Carrey su Repubblica a proposito di I love you Phipil Morris che mi sembrano particolarmente significativi:

Mister Carrey, ha provato imbarazzo? (a baciare Evan McGregor, nda)

"Non ci vedo niente di strano: Ewan è carinissimo. Il film non va considerato solo come una commedia gay. È una storia sul desiderio damore di tutti noi e sullo sforzo che le persone di ogni sesso compiono per farsi accettare dagli altri. E per accettare se stessi."

Pensa che il film piacerà ai gay?
"Lo abbiamo mostrato al GLAAD, lassociazione per lemancipazione di gay e lesbiche, e ha avuto successo. Non è quel tipo di film che mostra lomosessualità come afflizione o ostacolo. E un film in cui il fatto di esser gay non conta molto: è su due innamorati che il caso vuole siano entrambi maschi".

Non volevo assolutamente parlare del fatto che mentre accade tutto ciò, in Italia, almeno a seguire i mass media tradizionali, la maggiore conquista gay degli ultimi tempi sembra essere stata la vittoria di Vladimir Luxuria (già parlamentare) allIsola dei Famosi. Non volevo parlare di questo, giuro, ma poi ho letto della polemica sulla canzone di Povia a Sanremo e allora ho pensato "maddai, ma per favore, per cortesia" (si, effettivamente la mia capacità di articolazione espressiva quando leggo notizie di questo tipo si riduce notevolmente).

Il fatto: Povia (quello dei bambini che fanno "ohhhh") ha scritto una canzone che andrà a Sanremo e che si è già fatta notare (facendo notevole pubblicità preventiva al cantante e al suddetto festival canoro) per la sobrietà e le innovative idee contenute nel coraggiosissimo testo la cui tesi principale è, cito sempre dallarticolo di Repubblica, "omosessualità=infelicità, eterosessualità=felicità" e omosessualità come devianza, ben espressa dal ritornello "Luca era gay, e adesso sta con lei" con la rima gay-lei talmente ricca di implicazioni (e di cattivo gusto) che non vale nemmeno la pena approfondire.

La soluzione: andare al cinema che, non so se ve lho detto, sta per uscire Milk di Gus Van Sant: un gran bel film.

Risorse:

Pagina di Milk su Libero

Milk su myMovies

Leggi su Repubblica lintervista integrale di Jim Carrey su I Love You Philip Morris

Leggi su Repubblica larticolo di Gino Castaldo sulla canzone di Povia presentata a Sanremo

Povia su Wikipedia

Tags: Evan McGregor, Gino Castaldo, GLAAD, Gus Van Sant, I Love You Philip Morris, Isola dei Famosi, Italia, Jim Carrey, La Repubblica, Luca era gay, Milk, Povia, Sanremo, Sean Penn, Vladimir Luxuria

Gen 21

Musica online: basta processi. Finalmente qualcosa di sensato.

Music No Comments

"E del tutto inutile fare causa a gente che non ha soldi." [Peter Jenner, ex manager dei Pink Floyd, di Marc Bolan e dei Clash]

"Lidea di portare in tribunale chi ama la nostra musica mi è sempre sembrata sbagliata. E non ha prodotto alcun risultato." [Mark Kelly, musicista dei Marillion]

Ci sono voluti anni ma, finalmente, anche le major cominciano, piano piano, a dire qualcosa di sensato sul music sharing:

Risorse:

Musica online, vincono i "pirati", leggi tutto larticolo di E. Assante su Repubblica

Il blog di Ernesto Assante (che leggo sempre con piacere)

Tags: Clash, Ernesto Assante, La Repubblica, major, Marc Bolan, Marillion, Mark Kelly, music sharing, Peter Jenner, Pink Floyd

Gen 20

Su Spotanatomy si vota la peggior creatività italiana

Advertising No Comments

Fino al 26 gennaio 2009 su Spotanatomy è possibile votare per la fase finale degli SWAA, il premio per le peggiori creatività italiane.

Potete votare qui le brutture che preferite: tra sederi, geishe, bambini nudi e animali vari, ce nè veramente per tutti i gusti:

Tags: Alessandra Colucci, creatività, geishe, sederi, Spotanatomy, SWAA

Gen 19

Vero, falso, verosimile: la verità con photoshop

Graphic Design No Comments

In un articolo apparso sul sito Fotografia e Informazione, portale dellinformazione italiana giornalisti dellimmagine, viene denunciato luso “improprio” di photoshop per ritoccare alcune immagini sulle operazioni militari a Gaza, inserite in un contesto giornalistico come quello del quotidiano “Il Giornale” di Mario Giordano.

In due numeri del quotidiano (il 30 dicembre 2008 e il 5 gennaio 2009), alle foto originali che ritraevano “ovvi” atteggiamenti militali e ruderi di macerie, sono stati aggiunti elicotteri in volo e razzi in fase di lancio, ricreando un artificiale contesto di guerra che, di fatto, ha alterato la vera notizia, rendendola più spettacolare e cruenta e, come precisa Antonio Sofi, quasi cinematografica.

Bene o male che sia, infatti, ritengo giusto che luso improprio di photoshop per ritoccare e/o “taroccare” immagini di questo tipo, soprattutto su una testata giornalistica di portata nazionale, possa riuscire a distorcere la realtà dei fatti accaduti a discapito di una cronaca corretta e attendibile.

Per fortuna le associazioni di settore (Fotoreporter Professionisti Associati e Associazione Italiana Giornalisti dell’Immagine) denunciando questo caso hanno dato un bellesempio di reattività e competenza, soprattutto in un momento così difficile come questo in cui lopinione pubblica ha bisogno di certezze.

Tags: Antonio Sofi, Associazione Italiana Giornalisti dell’Immagine, Fotografia e Informazione, Fotoreporter Professionisti Associati, Gaza, Il Giornale, Mario Giordano

Portablerpg.com | Darknet-esports.com | Pradashoessale.com | Adidasnmdshoes.com | Zipgomel.com | Dhahran-expo.com | Burzian.com | Rushessaywriting.com | Tripplecrossdelivery.com