'; doc += ''; doc += '
'; winimg.document.writeln(doc); winimg.document.close(); } //]]>

Queimada - Brand Care è la società di comunicazione e marketing che fornisce servizi di design, editoria, web, video, eventi e formazione, dalla semplice consulenza alla definizione di piani strategici completi.
Brand Care magazine mette in contatto business e ricerca per informarti e produrre innovazione.
Connettere idee e creare strategie è la nostra passione, oltre che il nostro lavoro.


In cerca di nuove ricette? Foodily diventa un’app

Foodily, uno degli spazi social più famosi tra quelli dedicati alla cucina, da oggi è disponibile gratuitamente su App Store. Accanto alle descrizioni dei piatti, una funzione della camera che ricorda Foodspotting e Instagram facilita lo scambio delle immagini sul food via mail e Facebook.

Foodily – per chi non lo conoscesse – è uno spazio social che connette vari contributors pronti a fornire ricette, suggerimenti e idee nuove per la cucina. Il suo approccio alla materia, nonostante privilegi la professionalità e l’accuratezza, è decisamente friendly, e una volta al suo interno è possibile scegliere dei sotto-ambiti di interesse per restare aggiornati sulle proprie passioni culinarie attraverso il feed proveniente da blogger specializzati.
Si può decidere di aggiornarsi, per esempio, sul kid food (per le mamme), sulle soluzioni vegetariane, sulla carne, sui dolci, e persino sui cocktail, a cui viene giustamente riconosciuta una rilevanza culinaria.

L’approccio “amichevole”, inoltre, viene confermato dalla facilità attraverso cui si rende possibile la condivisione delle ricette sugli spazi social. Cliccando su un “like” embedded, ad esempio, si può aggiornare la propria timeline di Facebook spronando i propri contatti a cucinare (o, semplicemente, migliorare) un determinato piatto, avendo allo stesso tempo la possibilità di “rubare” idee agli amici.

Ebbene, la novità è che anche Foodily si è appena dotata di una piacevole app per iPhone,che integra ovviamente la testimonianza fotografica delle singole creazioni con la ricerca specifica di manicaretti, inviabili istantaneamente via email.

Novità interessante anche rispetto al suo competitor diretto più temibile – vale a dire Foodspotting, ottimizzata per l’uso nei locali pubblici, funzionando più o meno come un Instagram per il food – è l’introduzione di “Yummify”, una funzione che ritocca il contrasto, la saturazione e la nitidezza degli scatti, ottimizzandoli al fine di esaltare il contenuto dei piatti.
Anche nel mobile, così come per l’online, le ricette e le foto di Foodily possono essere condivise direttamente dal sito, ma anche tramite la propria rete sociale, sfruttando appieno il nuovo Open Graph (cioè il protocollo di condivisione facebookiano).

L’app Foodily (per inciso, il servizio è stato  fondato dai due fuoriusciti Yahoo Andrea Cutright e Hillary Mickell) è disponibile sull’App Store gratuitamente.

Leggi anche:
- Il settore FOOD, le app e i social media
- Non un vino a caso, ma un vino perfetto per l’occasione con Wine9
- Le nuove strade del food packaging
- I casi di studio del Master IED in Brand Management 2011
- Buon Ferragosto… festeggiate cucinando!
- I “Vortici” Perugina
- Motta, Perugina e il cioccolato… estivo
- Fonzies, se non ti lecchi le dita godi solo a metà! – il concorso
- Milano Food Week dal 7 al 15 maggio
- Agrumi & Brand: il caso Chin8Neri
- La bottiglia di Amarone dedicata all’Unità d’Italia
- Assolatte e la dieta dello sciatore
- Kit Kat e le biglie di Newton giganti
- Suggerimenti: una ricetta perfetta per Santo Stefano e un bel regalo per Natale
- Cioccolata in musica… Sinfonie Perugina
- Bauli e gli auguri “personalizzati”
- “I Senza Olio” Polli: spot TV e concorso “vinci una spesa gratis”
- Il brunch secondo Nescafé
- Show Cucching, il primo corso di seduzione ai fornelli
- Scoprire nuovi prodotti e nuovi sapori: M&M’s Pretzel
- Pupille e Papille: a cena al “Sasso di Dante”
- Sanbittèr protagonista del programma “Aperitivi all’Italiana”
- Il Trentino è nell’aria con Trentinalatte
- Bosch: terrore tra le verdure
- Kapiti e il food design
- The Bread Art Project ovvero quando il pane può diventare arte
- La parola persa: The Junk Food
- Pupille e Papille: a cena da “Doney”
- Pupille e Papille: a cena al “Jet Set”

  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Netvibes
  • RSS
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Tumblr
  • Twitter
  • Wikio FR
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks
  • Yahoo! Buzz

Posted on: venerdì, novembre 11th, 2011 by redazione

Categorie: Comunicazione | Creatività | Culture | News | Tecnologie & Web.

Tags: | | | | | | | | | | | | | | |

Subscribe
Follow responses trough RSS 2.0 feed.
Trackback this entry from your own site.

Leave a comment!

Name (required)
Mail (will NOT be published)(required)
Website (optional)