Brand Care è un network di professionisti esperti in brand management che fornisce servizi di design, editoria, web, video, eventi e formazione, dalla semplice consulenza alla definizione di piani strategici completi.
Connettere idee e creare strategie è la nostra passione, oltre che il nostro lavoro.


Kindle Fire e Kindle Lending Library: Amazon punta Apple

Dopo lo storico sorpasso degli ebook sui libri negli spazi Amazon e del varo del progetto Kindle Lending Library, l'azienda di Seattle continua la sua politica di espansione puntando forte sul tablet Kindle Fire, con l'obiettivo di insidiare la quota di iPad 2.

Il servizio Kindle Lending Library in origine era stato concepito per tutte le principali piattaforme (e dunque i principali devices) sul mercato, dall'iOS (iPhone, iPod, iPad) ad Android e Windows Phone, ma visto il promettente ingresso sul mercato del nuovo tablet Kindle Fire la strategia è cambiata e Amazon ha deciso di erogare il prestito degli ebook esclusivamente attraverso di esso.

Il maggiore punto di forza del Fire sta senz'altro nel prezzo. Pur garantendo prestazioni performanti ed essendo dotato di un touch screen di qualità il prodotto, uscito qualche settimana fa, si presenta alla vendita con il costo base di 99 dollari (149 se si punta al 3G incorporato): una soglia ben lontana da quella del competitor di Cupertino (in Italia l'iPad 2 è disponibile a partire da 484 euro).

Come nota Gianni Rusconi sul Sole 24 Ore, inoltre, il KF – pur non essendo dotato di videocamera, microfono e di un sistema operativo aggiornato (monta l'Android vecchia versione) – può godere di un ulteriore valore aggiunto rispetto ai tanti concorrenti che puntano a rosicchiare spazio ad Apple, e cioè la buona reputation connessa al marchio Amazon, che in alcuni mercati rappresenta un vero e proprio passepartout, essendo legato ai successi conseguiti in settori merceologici affini.

Tornando all'offerta Lending Library, il cui lancio era atteso per settembre scorso, il servizio attualmente vanta un portafoglio di circa 5mila ebook. Il fatto è che per gli utenti non è possibile noleggiare più di un titolo al mese, a meno che non decidano di aderire all'offerta Prime, un abbonamento dal costo di 79 dollari annui che comprende l'accesso a un catalogo video (solo in streaming). Tirando le somme, quindi, gli affezionati di Amazon per usufruire del Kindle Lending Library dovranno sborsare un minimo di 149 euro per il Fire (se desiderano una connessione 3G), a cui dovranno aggiungere la quota di sottoscrizione del pacchetto Prime.

how to get back at your ex

È facile notare che quella di Amazon è una strategia composita che non punta su un singolo prodotto (il tablet) o servizio (il Lending), bensì a un'espansione progressiva e integrata che muove dalla sovraposizione di due piani commerciali. In tutto questo l'unica considerazione di rammarico è rivolta ai consumatori finali, il cui potenziale di scelta risulta gravemente limitato. Comprando un iPad 2, infatti, per il momento i consumer non potranno aderire all'iniziativa di mercato che sta cambiando sensibilmente il modo di intendere gli ebook; al contrario, acquistando un Kindle Fire, oltre a dover pagare in maniera quasi forzata una quota di abbonamento per noleggiare gli ebook “proprietari”, non potranno avvalersi di un supporto che per ora resta irraggiungibule sotto l'aspetto delle prestazioni, cioè il tablet della Apple.

zp8497586rq

Posted on: lunedì, novembre 7th, 2011 by

Categorie: Brand | Business | Comunicazione | Marketing | News | Tecnologie & Web.

Tags: | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | |

Subscribe
Follow responses trough RSS 2.0 feed.

Leave a comment!

Comments are closed for this article.