'; doc += ''; doc += '
'; winimg.document.writeln(doc); winimg.document.close(); } //]]>

Queimada - Brand Care è la società di comunicazione e marketing che fornisce servizi di design, editoria, web, video, eventi e formazione, dalla semplice consulenza alla definizione di piani strategici completi.
Brand Care magazine mette in contatto business e ricerca per informarti e produrre innovazione.
Connettere idee e creare strategie è la nostra passione, oltre che il nostro lavoro.


Liberiamo i codici a barre!

Ebbene sì, si può essere creativi anche nel creare un codice a barre.

Ideati da Norman Joseph Woodland nel 1948 come sistema per velocizzare le operazioni di cassa, dal 1974 le UPC – i codici a barre utilizzati nei paesi anglofoni e nella gran parte del mondo – sono ormai il sistema standard per la gestione dei magazzini di tutto il mondo: una delle invenzioni più importanti del 20° secolo, al punto che il primo prodotto comprato con questo sistema – un pacchetto di gomme – è esposto allo Smithsonian Museum Of American History.

Il design dei codici negli ultimi trenta anni non è cambiato, siamo infatti soliti immaginarli come una serie di strisce verticali nere su sfondo bianco: quantomeno noioso, o no? Evidentemente no, o almeno così la pensano i giovani designers giapponesi della Design Barcode che già da qualche anno commercializzano UPC customizzate; dall’altra parte dell’oceano invece l’agenzia specializzata in  branding e packaging design del New Jersey Miller Creative ha addirittura creato una divisione a parte dedicata alle UPC creative, la Vanity Barcodes; Amazon ha cominciato già da qualche tempo ad utilizzare barcodes customizzati per i propri Kindle… tanto per non citare la loro evoluzione nel QR code.

E in Italia? Il tempo dei codici a barre sta per finire, perché è già in atto il passaggio verso lo standard UPC, per cui sarà, come sempre nel Bel Paese, solamente questione di tempo e voglia d’innovare.

Fonte immagine: Lo Stregatto

  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Netvibes
  • RSS
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Tumblr
  • Twitter
  • Wikio FR
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks
  • Yahoo! Buzz

Posted on: venerdì, luglio 1st, 2011 by Valerio Occhiuzzi

Categorie: Comunicazione | Creatività | News | Tecnologie & Web.

Tags: | | | | | | | | | | | | | | | |

Subscribe
Follow responses trough RSS 2.0 feed.
Trackback this entry from your own site.

Leave a comment!

Name (required)
Mail (will NOT be published)(required)
Website (optional)

[...] Avete bisogno di un’idea originale per il controllo degli invitati alla vostra mega festa di Capodanno? Potreste copiare l’idea che hanno avuto gli organizzatori del Motoraduno brasiliano, ovvero inviare ai motociclisti VIP partecipanti un fantastico tatoo che funziona come un bar code, un codice a barre. [...]